Araldica: orso rosso passante in campo oro (realizzata da Lara Gramigni).

Potente Feudo Maliano in buona parte collinare da cui proviene gran parte del ferro e dell’acciaio che poi viene lavorato ad Alesia.
Vi si trovano però anche magli azionati dai ruscelli della zona, che lavorano direttamente parte del metallo estratto.
Il castello di Castroforte, molto antico e di dimensioni ragguardevoli, sorge su una collina più alta di quelle circostanti, sulla prima linea dei rilievi che preannunciano le Montagne Bianche, e domina direttamente sulla parte pianeggiante del Ducato.
Guardando verso Nord dal castello, infatti, è possibile vedere un ampio arco di montagne, le cime di alcune delle quali sono innevate anche in estate.
La magione dei Castroforte è nota per la grande biblioteca che ospita, ben fornita soprattutto di antiche pergamene di epoca Mitoien.
I Castroforte hanno sempre conservato e incrementato la biblioteca, curandone la manutenzione, finanziandone lo studio e acquistando volumi antichi e moderni per arricchirla.

Famiglia Ducale:

Duca Orso.
Ha quasi 30 anni, molto alto, con una muscolatura molto sviluppata, una grande barba castana. Va in battaglia con la sua enorme armatura d’acciaio e bronzo. Più che la sua spada è temuta la sua grande mazza ferrata, soprattutto dagli avversari in armatura, ma in realtà è anche un fine spadaccino, inaspettatamente elegante nei movimenti.
Conosciuto per la sua allegria esplosiva e la sua predilezione per la birra e le ragazze da taverna.

Furio.
Fratello ed Erede del Duca. Castano, occhi indagatori, verdi come smeraldi in un volto squadrato, fidanzato con Zaffira di Verdefiume.

Share: